lista dei desideri 0
0,00 0

Il carrello è vuoto.

English EN French FR German DE Italian IT Spanish ES
Chiamaci

Mescola e Abbina: la soluzione perfetta per la maglia

Il concetto di intercambiabile

Qual è stata la tua reazione alla scoperta dell’esistenza dei ferri circolari intercambiabili? Quando parliamo di intercambiabile la nostra mente fantastica su come far diventare qualcosa adatto alle nostre esigenze. È un concetto che tutti abbiamo imparato da piccoli o da genitori grazie ai famosissimi mattoncini LEGO. A tutti piace avere un oggetto fatto su misura, ed è proprio per questo che i ferri circolari intercambiabili sono una totale rivoluzione del mercato della maglia, come lo è stato per i mattoncini LEGO nel mercato dei giocattoli.

Per capire la correlazione tra i ferri circolari intercambiabili e i mattoncini LEGO serve qualche breve pillola di storia.

La maglia circolare è più antica di quanto si pensi!

Esistono dei reperti storici che dimostrano che il lavoro a maglia era conosciuto già in passato e le prove più antiche sono riportate tra il IX e il X secolo d.C. Ed è sorprendente scoprire che queste lavorazioni a maglia erano eseguite solamente con il gioco di ferri da 4 o 5 ferri, in netto contrasto con i giorni nostri dove, invece, sono i ferri dritti a dominare nella lavorazione a maglia, comparsi nelle rivoluzioni industriali e utilizzati dal ceto alto della popolazione per differenziarsi dagli operai che utilizzavano il gioco di ferri.
Dunque la nascita dei ferri dritti spiega solamente l’esigenza di differenziare la tecnica e i progetti e, di fatto non sono stati un’evoluzione del prodotto.
La vera evoluzione la abbiamo all’inizio degli anni Venti, dove nacquero i primi ferri uniti da un cavo che facilitavano l’utilizzo del gioco di ferri. Dovettero però aspettare fino alla scoperta del Nylon nel 1935 per avere un cavo malleabile e morbido a differenza del prototipo originale che prevedeva un cavo metallico troppo debole e fragile nelle giunzioni.
La possibilità di creare qualsiasi misura di ferri circolari arrivò solamente negli anni Sessanta, così da poter essere perfettamente personalizzabili e meno dispendiosi.

Il sistema di gioco ad incastro

Questo tipo di evoluzione riguarda anche il settore dei giocattoli, dove il concetto mescola e abbina hanno ispirato il falegname danese Ole Kirk Christiansen. Nel 1934 dà il nome Lego ai suoi giocattoli in legno, dalla frase danese “Leg godt” che significa gioca bene. Quando venne inventata la Plastica, l’azienda iniziò a produrre delle piccole componenti in plastica. Il progetto dei mattoncini ad incastro si sviluppò durante la guerra come sistema di gioco, dove ogni bambino era libero di costruire ciò che più gli piaceva. L’azienda da allora è cresciuta tantissimo, diventando il primo produttore al mondo di giocattoli.

Perché scegliere i ferri circolari intercambiabili

L’intercambiabile è decisamente d’aiuto ed una scelta da intraprendere per l’evoluzione della scienza e della tecnologia, oltre che per il risparmio di risorse e l’intrattenimento pressoché infinito.

Ancora non sei convinto della rivoluzione del ferro circolare intercambiabile? Provane alcuni!

I vantaggi sono molti di più dei contro.

Sono meno dispendiosi a lungo termine, nonostante siano più cari inizialmente. Basta calcolare che con un set di ferri con 8 misure di punte e 5 corde puoi crearti ben 120 tipologie di ferri, e se acquistassi tutta la gamma Symfonie di KnitPro raggiungeresti addirittura più di 500 tipologie di ferri.

Sono leggeri e facili da trasportare, soprattutto meno ingombranti.

Puoi giuntare tantissimi cavi tra di loro per ottenere ferri lunghissimi: se hai provato a fare una coperta matrimoniale con i ferri dritti avrai notato che è pressoché impossibile.

Pensa che fanno bene anche alla salute: il peso dei lavori grandi appoggia sulle gambe e non curva la schiena.

Sicuramente conosci la noia nel dover assemblare i pezzi eseguiti a maglia: con i ferri circolari non devi cucire nulla!

Dai un’occhiata alla nostra valutazione del set di ferri circolari intercambiabili KnitPro “Deluxe” KP20613.

Condividi questo articolo